Piccoli prestiti veloci: come trovare la finanziaria più vantaggiosa. Considerazioni utili

52

Indice dei contenuti

Quando si chiede un prestito occorre affidarsi ad una finanziaria. Molti utenti compiono il grave errore di basarsi sul “passaparola” per decidere quale sia la compagnia migliore per le proprie necessità. Ciò non di meno, l’azienda che potrebbe essere risultata perfetta per il nostro amico, potrebbe non rispecchiare a pieno quello che fa al caso nostro. Per questo motivo, secondo noi, è molto importante sapere quali siano i metodi per trovare la finanziaria più vantaggiosa. In realtà capire veramente se una finanziaria sia vantaggiosa richiede conoscenze molto approfondite sia del mondo dei prestiti che dell’economia nel periodo in cui si vuole chiedere il prestito. Tuttavia esistono alcuni piccoli “trucchi” che possono tornare utili alla maggior parte degli utenti, si tratta di poche semplici regole che vi spiegheremo all’interno della nostra guida odierna. Continuate a leggere per scoprire come trovare la finanziaria più vantaggiosa. 

Introduzione: regole! 

Come abbiamo accennato nel paragrafo precedente a questo, scegliere la finanziaria migliore a cui chiedere un piccolo prestito veloce potrebbe rivelarsi un’impresa alquanto ardua, specialmente se si tiene in considerazione l’ampissima scelta disponibile oggi giorno. Detto questo vale la pena, in ogni caso, imparare a seguire cinque semplici regole quando si sceglie a quale compagnia affidarsi per la richiesta del prestito. 

Le cinque regole di cui stiamo parlando non richiedono nessuna conoscenza specifica e ruotano quasi tutte intorno all’attenzione dell’utente verso i dettagli del contratto. Capita spesso infatti, che un utente chieda un prestito ad una compagnia perchè ne ha sentito parlare bene, oppure, semplicemente, perchè è la prima che ha trovato. Questo tuttavia non è un comportamento adeguato perchè ogni azienda offre servizi diversi i quali possono risultare essere più o meno adatti alla situazione del singolo utente.

Per cui, senza perdere ulteriore tempo, vediamo quali sono le cinque regole da seguire sempre quando cerca la finanziaria più vantaggiosa. Regola numero uno: scegliere un garante, regola numero due: controllare gli importi delle spese accessorie, regola numero tre: prestare attenzione al costo dell’assicurazione, regola numero quattro: controllare il TAN e, ultima ma non per importanza, capire se sia possibile manipolare le rate.

Nelle prossime sezioni della guida analizzeremo, una per una, le regole appena citate e vedremo come applicarle! 

Scegliere un garante

Prima ancora di assicurarsi che il contratto sia vantaggioso per la situazione economica in cui ci si trova, occorre fare in modo di avere la certezza di poter sottoscrivere il contratto in questione. 

Ovviamente le banche e le finanziarie sono molto attente e parte del loro lavoro è far sì che le rate vengano pagate. Ogni garanzia che l’utente che vuole sottoscrivere un prestito dà alla compagnia è ben accetta. Tra tutte le garanzie, sicuramente, la migliore è un reddito fisso abbondante in grado di saldare le rate e mantenere la persona in questione. Tuttavia, per alcune tipologie di utenti o per alcune finanziarie, questo potrebbe non essere abbastanza.

Una garanzia “extra” che si può favorire alla compagnia è la firma di un garante. Questo utente si prenderà la responsabilità di saldare eventuali rate che l’utente è momentaneamente impossibilitato a saldare. Trovare un garante non è semplice ma è anche un modo per essere sicuri che la compagnia accetti di elargire il prestito.

Questa regola, seppur non strettamente legata all’argomento cardine della nostra guida odierna, è molto utile per avere accesso ai finanziamenti che si ritiene più adatti. 

Controllare la possibilità di “manipolazione” delle rate

Una buona finanziaria dovrebbe offrire, come ogni fornitore di servizi, le migliori scelte possibile al proprio cliente. Per questo motivo vi vogliamo consigliare di scegliere compagnie che permettono alla persona che richiede il prestito di “manipolare le rate”.

Che cosa intendiamo con manipolazione delle rate? Intendiamo, semplicemente, la possibilità di aumentarne il numero, in modo da diminuire il peso di ognuna, oppure di saltarle nel caso in cui un mese lavorativo debba andare particolarmente male e così via. Non è raro che una compagnia offra speciali prestiti a determinate categorie di lavoratori, oppure che permetta una certa flessibilità nel pagamento.

Non tutte le compagnie offrono gli stessi servizi e, sicuramente, per trovare la finanziaria più vantaggiosa occorre scegliere soltanto quelle in grado di offrire i servizi migliori.

Prestare attenzione al costo dell’assicurazione

L’assicurazione è un utilissimo servizio che permette al richiedente di sostenere l’impegno economico anche nel caso in cui sia impossibilitato. Con l’ausilio della copertura assicurativa è la compagnia stessa a farsi carico del saldo delle rate nel caso in cui, sfortunatamente, l’utente sia impossibilitato a pagarle.

L’assicurazione è un argomento molto complicato perché da un lato risulta essere utilissimo e consigliabile per evitare qualsiasi tipo di problema futuro, mentre dall’altro lato è estremamente sconsigliato per l’incidenza importante che ha sulla somma totale da versare con ogni rata.

Per prima cosa consigliamo vivamente di prestare attenzione al tipo di assicurazione: se obbligatoria oppure facoltativa. In alcuni tipi di prestito l’assicurazione è sempre obbligatoria mentre, in altri casi, si può evitare di sostenere la spesa.

Consigliamo vivamente di valutare i costi e i benefici delle assicurazioni sui prestiti prima di sottoscriverle, tenendo sempre a mente che possono essere molto utili per evitare problemi in futuro.

Controllare gli importi per le spese accessorie

Le spese accessorie sono una parte sostanziale della spesa che l’utente deve sostenere. Si tratta di spese che non sono direttamente legate al saldo delle rate ma, piuttosto, al fornimento dei servizi. Alcune spese accessorie sono, ad esempio, le spese di istruttoria, le spese di incasso e gestione rata, le spese di chiusura della pratica e così via.

Queste spese sono tante possono accumularsi fino a risultare in un importo molto importante. Consigliamo vivamente di valutare quali siano le spese accessorie totali prima di procedere a sottoscrivere un contratto di prestito.

Un ottimo modo per valutare quanto un prestito sia conveniente è analizzarne il TAEG che è formato dalle spese accessorie e dal TAN. Questa percentuale ci aiuta in modo pratico e veloce a capire se un prestito sia vantaggioso o meno.

Controllare il TAN

Un metodo sicuramente infallibile per trovare la finanziaria più vantaggiosa è analizzare il TAN di un prestito. Il TAN è il Tasso Annuo Nominale e indica il tasso di interesse che le compagnie usano per determinare quale sia il valore delle rate che l’utente deve sostenere. Maggiore è il TAN, maggiore sarà l’importo per ogni rata: per scegliere un prestito conveniente dovremo scegliere le compagnie che offrono un TAN basso.

Ovviamente il tan non è l’unico aspetto importante per valutare quando una finanziaria sia conveniente ma rimane un ottimo indicatore della convenienza di un prestito piuttosto che di un’intera compagnia. Ci teniamo a sottolineare questo aspetto perché spesso gli utenti tendono a valutare il tan come unico metro di misura per stabilire la convenienza di un prestito, per poi trovarsi a pagare molte spese accessorie o assicurazioni esorbitanti: il tan è importante ma prestate attenzione a tutti gli aspetti che compongono la rata.

Con quest’ultima regola possiamo ritenere conclusa la nostra guida completa su come trovare la finanziaria più vantaggiosa, speriamo che il nostro breve approfondimento vi sia stato utile e vi ricordiamo che le informazioni utili che potete trovare all’interno del nostro blog non finiscono qui: guide, confronti, consigli e molto altro ancora vi aspettano tra le pagine del nostro sito. Grazie per l’attenzione, ci auguriamo di rivedervi presto!