Piccoli prestiti veloci: come richiederli in banca. Informazioni e guida completa

23

Indice dei contenuti

Il piccolo prestito veloce è un tipo di contratto che viene spesso associato al mondo “online”: noi stessi, in alcune delle nostre guide passate, vi abbiamo parlato di come i il piccolo prestito veloce possa essere richiesto quasi esclusivamente tramite il mezzo informatico. Dopotutto la velocità di comunicazione, trasmissione e controllo dei dati che internet ci offre è senza pari, questo aiuta moltissimo a rendere ancora più rapido il contratto di cui stiamo parlando. 

Però, come avrete già capito dal titolo della guida, il piccolo prestito veloce può essere richiesto anche in banca. Nella nostra guida di oggi vogliamo proprio parlarvi di questo: di come richiedere un piccolo prestito veloce in banca. Quella che vogliamo presentarvi è una guida completa, step by step, all’interno della quale vi accompagneremo all’interno del processo di richiesta, accettazione e ottenimento del prestito. Se siete interessati vi auguriamo una buona lettura.

Prima di iniziare vorremmo specificare che non tutti gli iter di richiesta del prestito veloce sono uguali: ogni banca ha protocolli interni diversi e le istruzioni che vi daremo in questa nostra guida di oggi potrebbero non rivelarsi perfettamente aderenti al suddetto protocollo. Ciò non di meno, i passaggi di cui vi parleremo sono quelli fondamentali per la richiesta di un prestito.

Piccolo prestito veloce: l’iter in breve

Per prima cosa vorremmo elencare, in breve, quali sono i passaggi fondamentali che andremo a scoprire nelle prossime sezioni della guida. I passaggi fondamentali sono:

  1. Scelta del prestito da richiedere
  2. Richiesta del prestito
  3. Controllo dei requisiti e richiesta dei documenti da parte della banca
  4. Offerta delle garanzie
  5. Pre approvazione
  6. Stipulazione del contratto
  7. Approvazione
  8. Firma 
  9. Erogazione del denaro

Questi nove passaggi sono quelli che rendono possibile ottenere prestiti veloci anche in banca. Ovviamente nella nostra guida di oggi non approfondiremo le fasi di erogazione, firma, approvazione e stipulazione, in quanto sono discorsi o molto semplici, o molto complessi e che richiedono una sezione a parte. Inoltre, una volta ottenuta la pre approvazione, si può considerare l’iter di richiesta concluso.

Scelta del prestito, un passaggio fondamentale

La scelta del prestito potrebbe sembrare una passaggio poco importante per la fase di richiesta, ma un utente che vuole a tutti i costi ottenere il contratto deve stare molto attento a cosa sceglie. Gli utenti più esperti, infatti, sapranno già che alcuni tipi di piccolo prestito veloce sono più difficili da ottenere, mentre altri vengono concessi con maggiore rapidità.

La scelta del contratto dipende esclusivamente dall’utente, in quanto deve trovare il contratto che più si adatta alle proprie esigenze e che ha i requisiti più facili da soddisfare. In ogni caso, questa fase della richiesta è quella in cui l’utente deve valutare anche quali garanzie possa offrire: se chiediamo troppo denaro rispetto a quello che dimostriamo di guadagnare, ovviamente il prestito non ci verrà approvato.

La scelta del prestito è un lungo e tortuoso cammino che viene soltanto reso più lungo dal fatto che, non scegliendo lo strumento informatico come mezzo di richiesta, l’utente debba andare ad informarsi presso le banche stesse.

Richiesta del prestito: iniziamo

Abbiamo scelto il prestito, cosa fare ora? A questo punto è giunto il momento di effettuare una richiesta formale. L’utente deve presentarsi presso una filiale della banca che offre il servizio a cui è interessato e, semplicemente, richiedere il piccolo prestito veloce a cui è interessato.

In questa fase verranno comunicate all’utente le istruzioni per adempiere in modo corretto ai passaggi successivi dell’iter di richiesta: verranno elencati i documenti richiesti, verranno spiegati i requisiti minimi da soddisfare per il prestito e così via. Questa fase dell’iter sicuramente richiederà che l’utente sfogli parecchie scartoffie.

Requisiti e documenti: il primo scoglio

Il primo scoglio che un utente deve affrontare nel momento in cui decide di richiedere un piccolo prestito veloce è sicuramente quello dei requisiti. I requisiti che una banca richiede per accedere ad un prestito sono sia imposti dalle norme del governo, sia imposti dal tipo di contratto che si vuole andare a stipulare.

Alcuni requisiti che sicuramente ci troveremo di fronte sono: 

  1. Il compimento della maggiore età
  2. Un’età massima di settantacinque anni
  3. Il possedimento di un reddito (può anche essere specificato il valore minimo del reddito)
  4. La cittadinanza italiana
  5. La residenza in Italia

Questi sono solo alcuni dei requisiti che potrete trovarvi di fronte quando richiedete un prestito. Ovviamente per rendere possibile la verifica dei requisiti dovrete offrire dei documenti.

Garanzie e richieste da parte dell’utente

Una volta superato il primo scoglio, quello dei requisiti, si passa all’offerta delle garanzie. Le garanzie sono le prove, che l’utente dà alla banca, per assicurare all’ente la possibilità di saldo del debito. Insomma, le garanzie più comuni sono: stipendi, redditi, pensioni e così via. 

Offrire buone garanzie è fondamentale per far sì che la banca approvi il prestito: occorre dimostrare di avere una certa credibilità creditizia, altrimenti il denaro non verrà mai erogato dalla banca.

Questa è anche la parte di iter all’interno della quale l’utente può fare tutte le richieste che desidera: servizi aggiuntivi, servizi per la modifica delle rate e così via. Ovviamente non tutte le richieste possono essere esaudite..

Pre approvazione del prestito

Se le garanzie e la documentazione offerta soddisfano la banca, allora la richiesta dell’utente viene pre approvata. Da questo momento in poi sappiamo che la banca è interessata ad investire su di noi ed è disposta a stipulare un contratto. Se la pre approvazione non dovesse andare a buon fine, si può sempre ritentare con garanzie differenti.

Giunti a questo punto possiamo ritenere conclusa la nostra guida completa step by step con tutto quello da sapere per richiedere un piccolo prestito veloce in banca. Ci auguriamo sinceramente che il nostro breve tutorial possa esservi stato utile. Nel caso in cui vogliate optare per soluzioni di richiesta differenti (richiesta online, richiesta telefonica e così via) vi ricordiamo che il nostro blog è interamente dedicato all’argomento dei piccoli prestiti veloci e che sicuramente potrete trovare tutte le informazioni che vi servono.

Anche questa volta vi ringraziamo per aver letto la nostra guida, alla prossima!