Piccoli prestiti cambializzati veloci: guida ai migliori e procedura per l’ottenimento

43

Indice dei contenuti

Nel caso in cui ad un utente dovesse servire un piccolo boost di denaro, ottenibile in tempi brevi, le soluzioni di cui abbiamo parlato nel nostro blog sono moltissime: dai piccoli prestiti veloci con cessione del quinto, fino ai prestiti flessibili o con il salto rata. Sappiamo benissimo che la flessibilità è una caratteristica che gli utenti gradiscono particolarmente quando si tratta di scegliere la tipologia di prestito da richiedere. Inoltre, gli utenti, preferiscono anche che il prestito richieda poche garanzie, in modo che sia più facile da ottenere, anche dagli utenti che non possiedono un reddito fisso o garanzie solide. Di tutte le tipologie di servizi offerti da banche e finanziarie ce n’è uno di cui ancora non abbiamo trattato: il piccolo prestito veloce cambializzato. Questa particolare tipologia di servizio offre dei particolari vantaggi all’utente che possono tornare utili in moltissime situazioni economiche diverse, sia perchè richiede pochissime garanzie, sia perchè è molto flessibile. Nella guida di oggi vi diremo tutto ciò che c’è da sapere sui piccoli prestiti veloci cambializzati: garanzie richieste, tassi, importi, perchè sceglierli e molto altro ancora.

Introduzione: che cosa sono i piccoli prestiti veloci cambializzati

I prestiti protagonisti della nostra guida odierna sono molto diversi dal normale servizio che viene solitamente offerto da banche e finanziarie. Le caratteristiche che differenziano un piccolo prestito veloce cambializzato dai normali servizi offerti dalle compagnie per i finanziamenti sono molte, vediamole insieme in questa sezione della guida.

Il piccolo prestito veloce cambializzato è un servizio tramite il quale una banca o una finanziaria cede del denaro al richiedente. I soldi prestati andranno restituiti saldando delle rate che possono essere di importo variabile in base alla grandezza del prestito e al numero delle rate stesse. A differenza degli altri prestiti, le rate vengono saldate tramite cambiale. Le cambiali non vengono recapitate una volta al mese a casa dell’utente per permettere il saldo ma, piuttosto, vengono stampate e consegnate tutte assieme al richiedente. Questo comporta tutta una serie di vantaggi non indifferenti per l’utente, il quale avrà sempre in mano le proprie rate e potrà decidere, eventualmente, quando sia meglio estinguerle.

Ora che sappiamo come funziona un piccolo prestito veloce cambializzato possiamo passare a parlare dei vantaggi e degli svantaggi di questa tipologia di servizio.

I vantaggi e le caratteristiche particolari del prestito a cambiali

Le cambiali sono un metodo molto particolare per saldare una rata: l’utente ha in mano, fin dall’inizio del contratto, un numero di cambiali pari al numero di rate che dovrà saldare. Questo permette all’utente che ha richiesto il prestito di estinguere quando vuole l’intero contratto, semplicemente saldando tutte le cambiali in un colpo solo.

I vantaggi, tuttavia, non si limitano alla flessibilità nel saldo, anzi, sono moltissimi. Un secondo vantaggio offerto dal piccolo prestito veloce cambializzato, ad esempio, è il TAN fisso: dato che le cambiali vengono stampate al momento della firma del contratto, il tasso annuo che viene applicato a tutte le rate è quello relativo al momento in cui si stipula il contratto. Nella maggior parte degli altri casi, invece, le rate tendono a salire leggermente d’importo man mano che passano i mesi, questo perchè il tasso sale con il passare del tempo.

I prestiti con cambiali sono anche molto veloci: dal momento in cui si presentano i documenti necessari per la richiesta della somma di denaro, la compagnia inizia ad analizzare le garanzie offerte dall’utente, per capire se il prestito possa essere ripagato. Questo processo richiede in media un giorno e mezzo lavorativo e, dopodichè, il prestito potrà essere elargito immediatamente all’utente sotto forma di bonifico o versamento.

A questo punto sappiamo anche quali sono le caratteristiche vantaggiose di un prestito veloce con cambiale. Tuttavia sono presenti anche dei lati negativi e dei requisiti necessari per poter avere accesso al servizio di cui ci stiamo occupando nella nostra guida odierna, vediamoli nelle prossime sezioni della guida.

Svantaggi di un piccolo prestito veloce cambializzato

I piccoli prestiti veloci cambializzati presentano un problema principale: il tasso. Come abbiamo visto nelle sezioni della guida precedenti a questa, il tasso d’interesse del servizio di cui stiamo parlando è fisso. Questo significa che le banche e le finanziarie non possono guadagnare molto sulla dilatazione nel tempo delle rate. Per guadagnare su un prestito che, potenzialmente, può essere estinto completamente già dal mese successivo alla stesura del contratto, cosa si sono inventate le compagnie che elargiscono prestiti?

Semplicemente, per ottenere un guadagno, le banche e le finanziarie applicano tassi più alti alle rate del prestito. Questo significa che, se l’utente salda direttamente il contratto, la compagnia avrà comunque un guadagno pari ad un anno di interessi, circa.

Requisiti e garanzie per ottenere un prestito veloce cambializzato

I piccoli prestiti veloci cambializzati non sono sempre facilissimi da ottenere, anzi, occorre fornire delle solide garanzie e soddisfare dei requisiti minimi.

I pre requisiti da soddisfare sono quattro: essere una persona fisica reale, avere tra i diciotto e i sessantacinque anni di età, non avere altri prestiti aperti con la stessa finanziaria e, infine, non avere altri debiti gravi con altre compagnie. Il primo requisito potrebbe sembrare banale ma viene sempre inserito nei contratti per rendere illegale la richiesta di prestito verso persone non realmente esistenti: le compagnie in questo modo di proteggono dalle truffe. Il terzo e il quarto requisito, invece, sono un modo che le compagnie hanno per evitare di prestare denaro a chi, potenzialmente, potrebbe avere problemi di insolvenza. Come avrete sicuramente potuto osservare, i requisiti sono uno di tanti metodi che le agenzie usano per tutelarsi.

Oltre ai requisiti occorre offrire delle garanzie alla compagnia. La garanzia più apprezzata, come sempre, è un reddito fisso: uno stipendio, una pensione oppure un reddito mensile come lavoratore autonomo. Nel caso si abbia un reddito fisso sufficientemente elevato, potrebbero non essere necessarie altre garanzie, in caso contrario, invece, l’utente dovrà portare altre garanzie al tavolo delle trattative: la firma di un garante, proprietà oppure oggetti di valore. In ogni caso le garanzie vengono richieste soltanto per fare in modo che la compagnia abbia la garanzia che il prestito venga ripagato.

La soluzione per i cattivi debitori

Il cattivo debitore (o pagatore) è l’utente che in passato ha avuto una storia di insolvenza nei pagamenti di un prestito. Essere marchiati con questo appellativo significa, all’atto pratico, l’esclusione automatica dalla maggior parte dei contratti per ricevere dei prestiti. Ciò non di meno, il tipo di prestito di cui stiamo trattando nella nostra guida odierna, viene spesso concesso anche ai cattivi debitori. Ovviamente un cattivo debitore dovrà, molto probabilmente, presentare solide garanzie quando richiederà il prestito ma potrà comunque accedere alla somma di denaro. 

Questo aspetto è molto importante perché non sono molti i servizi che vengono offerti a coloro che, per un motivo o per l’altro, hanno avuto problemi di insolvenza in passato.

Importi, rate e cambiali: tutto quello che c’è da sapere

Veniamo ora alle caratteristiche “secondarie” del piccolo prestito veloce protagonista della nostra guida odierna. In questa sezione delle guida parleremo di tutti quegli aspetti che serve conoscere prima di intraprendere un contratto per un prestito di questo tipo.

Gli importi per un prestito cambializzato possono variare moltissimo: si parte da un minimo di 2500 euro fino ad arrivare ad un massimo di 30000 euro o più. Prestiti così importanti, solitamente dai diecimila euro in su, richiedono alcune precauzioni aggiuntive come la stipulazione di una polizza assicurativa oppure una polizza sulla vita del richiedente.

Le rate non presentano molta “flessibilità” in quanto sono tutte uguali e non possono essere posticipate, saltate oppure modificate in alcun modo. L’unico spazio di manovra concesso all’utente riguarda il saldo dell’intero contratto: effettuabile quando l’utente ritiene sia il momento opportuno.

Le cambiali sono promesse di pagamento e hanno valore legale: non pensate che questo metodo di pagamento possa sollevare l’utente da qualche tipo di responsabilità, anzi. Le cambiali vengono, solitamente, acquistate presso qualsiasi attività si occupi di valori bollati.

Con questo riteniamo che la nostra guida completa contenente tutto ciò che c’è da sapere sui piccoli prestiti veloci cambializzati possa ritenersi conclusa. Nel caso in cui il tipo di prestito che abbiamo analizzato nella nostra guida odierna non facesse al caso vostro, vi ricordiamo che potete fare un giro sul nostro blog: siamo specializzati sull’argomento dei piccoli prestiti veloci: sicuramente, tra le pagine del nostro sito, troverete il prestito che fa al caso vostro. Vi ringraziamo per l’attenzione e ci auguriamo di rivedervi presto!