Garanzie e obblighi del richiedente di un piccolo prestito veloce con cessione del quinto

181

Nel caso in cui si voglia intraprendere una spesa o un investimento importante può capitare che ci si trovi nella posizione di non aver abbastanza denaro per coprire interamente la somma di denaro richiesta dall’acquisto. In questi casi si può sempre fare affidamento ad un piccolo prestito: richiedere una somma di denaro da poter investire o spendere per poi restituirla a rate con un piccolo interesse non è sicuramente un concetto nuovo per la maggior parte dei nostri utenti. Oggi però, in particolare, vorremmo approfondire il discorso dei piccoli prestiti veloci con cessione del quinto: parleremo delle garanzie e degli obblighi del richiedente. Continuate a leggere se siete interessati! 

Introduzione: che cosa sono i prestiti con cessione del quinto

Il nostro sito è specializzato nei piccoli prestiti e la tipologia di prestito che stiamo affrontando oggi sicuramente rientra a pieni diritti in questa definizione. Vediamo che cos’è il piccolo prestito veloce con cessione del quinto e perchè potrebbe rivelarsi perfetto per molti utenti, prima di specificarne le garanzie e gli obblighi.

La tipologia di prestiti di cui stiamo trattando nella nostra guida odierna devono il loro nome al modo in cui vengono “calcolati”: il valore massimo del prestito è pari ad un quinto del salario guadagnato annualmente dal richiedente. Come si può facilmente intuire, il capitale fornito con il prestito viene rimborsato direttamente sottraendo parte dello stipendio o della pensione del richiedente. E’ importante sottolineare che questa tipologia di prestito non prevede nessun tipo di interazione da parte dell’utente durante il saldo: saranno i datori di lavoro o gli enti pensionistici a destinare una parte del salario al concessore del prestito. 

Un altro aspetto fondamentale della tipologia di prestito di cui stiamo parlando è che la rata deve essere esattamente pari ad un quinto del salario del richiedente e non può, in alcun modo, eccedere questa cifra.

Il piccolo prestito con cessione del quinto è rivolto a dipendenti privati, pubblici, statali oppure ai pensionati che abbiano uno stipendio fisso minimo di cinquecento euro. In poche parole, la maggior parte degli utenti dovrebbe poter accedere alla tipologia di prestito che stiamo passando sotto la nostra virtuale lente di ingrandimento.

Ora che sappiamo che cos’è un piccolo prestito veloce con cessione del quinto possiamo passare ad analizzare le garanzie e gli obblighi del richiedente. 

Piccolo prestito veloce con cessione del quinto: le garanzie

A prima vista potrebbe sembrare che il piccolo prestito veloce con cessione del quinto non richieda alcun tipo di garanzia particolare. Infatti, nessun bene immobile ipotecabile, beni preziosi da dare in pegno, firma congiunta di garanti o altre forme “comuni” di garanzie sono richieste. Ciò non di meno, il prestito protagonista della nostra guida odierna richiede una garanzia per alcuni scontata ma molto apprezzata: la disponibilità di un reddito sicuro.

Quanto appena detto potrebbe sembrare ovvio a chi possiede una conoscenza più o meno avanzata del mondo dei prestiti. Tuttavia, per gli utenti meno avvezzi, ci teniamo a specificare che il reddito sicuro non è una garanzia di poco conto, anzi, è una caratteristica molto apprezzata anche durante la stesura di altri tipi di contratti.

Va specificato che il piccolo prestito veloce con cessione del quinto ha anche alcune garanzie “secondarie”. Molte delle compagnie che elargiscono questo tipo di prestito, infatti, richiedono un’anzianità lavorativa minima presso il datore lavoro che dovrà occuparsi di destinare il denaro al saldamento del debito. Insomma, non possiamo richiedere un prestito con cessione del quinto se, ad esempio, abbiamo appena iniziato a lavorare per una compagnia che ci dà uno stipendio molto alto. Se, invece, lavoriamo da anni per un datore di lavoro che ci garantisce uno stipendio appena sufficiente ad accedere ai requisiti minimi per richiedere il prestito, allora abbiamo buone possibilità di poter ottenere il prestito.

Non tutte le compagnie tracciano la riga nello stesso punto del calendario: nella grande maggioranza dei casi l’anzianità minima richiesta è di qualche mese. In alcuni casi, specialmente con i prestiti più importanti, potrebbe essere richiesta un’anzianità maggiore. In linea di massima possiamo dire che maggiore è la somma richiesta, maggiore dovrà essere l’anzianità lavorativa e, ovviamente, lo stipendio del richiedente.

Piccolo prestito veloce con cessione del quinto: obblighi

Gli obblighi legati al piccolo prestito veloce con cessione del quinto sono pensati sia per garantire la sicurezza dell’ente che concede il finanziamento, sia per tutelare il richiedente, obbligando il datore di lavoro a rispettare determinate norme. 

Un richiedente di un piccolo prestito veloce con cessione del quinto ha il solo obbligo di saldare il debito tramite le rate sul suo stipendio. Ovviamente il rispetto delle scadenze massime e il saldo completo sono aspetti che vengono considerati obblighi con tutte le tipologie di prestito. Tuttavia, per questa particolare tipologia di prestito, gli obblighi riguardano anche il datore di lavoro del piccolo prestito veloce. 

In particolare il datore di lavoro del richiedente deve impegnarsi a saldare il debito ed è obbligato ad accettare la cessione del quinto perché è un diritto di ogni lavoratore italiano. Vediamo nel dettaglio i motivi per cui il datore di lavoro debba rispettare questi obblighi e a cosa andrebbe in contro nel caso non lo facesse.

Se il datore di lavoro dovesse rifiutarsi di cedere il quinto dello stipendio del richiedente destinato al saldo della rata, andrebbe incontro a pesanti sanzioni. Questo aspetto è molto importante per due motivi: il primo è la salvaguardia del richiedente, il quale non può assolutamente essere in controllo delle azioni del datore di lavoro e quindi deve affidarsi alle norme per assicurarsi che il quinto venga destinato al saldo della rata. Il secondo motivo è che il richiedente non deve saldare la rata tramite nessun altro mezzo

Detto questo possiamo concludere il nostro approfondimento contenente tutte le garanzie e gli obblighi del richiedente di un piccolo prestito veloce con cessione del quinto. Vi ringraziamo per l’attenzione e vi ricordiamo che il nostro blog è interamente dedicato al mondo dei piccoli prestiti veloci: troverete sicuramente tutte le informazioni necessarie per finanziare i vostri sogni nel migliore dei modi. Alla prossima!