Condizioni e garanzie dei piccoli prestiti veloci per autonomi: info

Indice dei contenuti

Sei un libero professionista, un autonomo, un freelance o, in definitiva, una persona che lavora in proprio e che hai bisogno di soldi immediatamente? Bene, oggi è il tuo giorno fortunato perché questa è una lettura altamente consigliata per te. Ti spiegherò tutte le condizioni e le garanzie dei piccoli prestiti veloci per autonomi.

Che cosa sono i piccoli prestiti per autonomi?

Come suggerisce il nome, questo tipo di finanziamento è destinato a tutte quelle persone che sono i datori di lavoro di se stessi. Cioè, è pensato per tutti i lavoratori non dipendenti: i liberi professionisti, gli artigiani, i lavoratori autonomi, i lavoratori con partita IVA, ecc. O in altre parole, lavorare per se stessi – senza essere un’azienda – è un requisito essenziale per richiedere questi prestiti.

È un modo per ottenere soldi rapidamente, sia per la tua vita personale che per la tua attività commerciale. Non ti chiederanno sempre per cosa utilizzerai il prestito. Scoprirai inoltre che alcuni istituti di credito ti offriranno questo tipo di prestito solo se utilizzerai i soldi direttamente nel tuo lavoro. Ma se hai bisogno di liquidità per la tua attività, le condizioni saranno ancora più vantaggiose.

Insomma, come in ogni tipo di finanziamento, se ti concedono un piccolo prestito veloce per autonomi ti daranno una cifra che dovrai rimborsare integralmente a rate, pagando anche gli interessi.

Gli istituti di credito hanno deciso di creare questo tipo di prodotto perché trovare un lavoro come lavoratore dipendente è sempre più difficile. E principalmente perché sempre più persone hanno deciso di mettersi in proprio per essere in grado di guadagnarsi da vivere è nato questo tipo di finanziamento speciale.

Condizioni dei piccoli prestiti per autonomi

I lavoratori autonomi appartengono a una categoria speciale in quanto potrebbero non avere un reddito regolare. Per questo motivo anche le condizioni del prestito sono diverse da quelle che potrebbero essere concesse ad una persona con reddito mensile garantito.

Ovviamente, trattandosi di piccoli prestiti, nessuno ti offrirà più di 60.000 euro… Che non è proprio poco! Per importi maggiori dovrai ricorrere ad altre tipologie di finanziamento meno veloci. Per prestiti più grandi, avrai fino a 60 mesi per rimborsare il denaro preso in prestito più gli interessi generati e le spese corrispondenti.

Perché ricorda che a volte dovrai pagare commissioni e con esse spese extra. La commissione di apertura è la più comune. Confronta le offerte dei diversi istituti di credito perché pagare questi extra potrebbe fare una differenza significativa. Non lasciarti ingannare perché puoi trovare tante offerte con 0 spese extra per le commissioni.

Alcuni istituti di credito potrebbero anche richiederti di dimostrare di aver svolto la tua attività per un periodo. Comunque sia, in ogni caso devi dimostrare di essere titolare di una partita IVA ed essere in regola con i pagamenti come lavoratore autonomo. E in alcune occasioni ti chiederanno di presentare il Modello Unico della dichiarazione di redditi.

Ad esempio, il flusso dei pagamenti, il tuo livello di indebitamento e il valore del tuo patrimonio aziendale sono alcuni degli aspetti fondamentali che l’istituto finanziario studierà. In questo modo determinerà sia la concessione del prestito che le sue condizioni.

Pertanto, lo studio della tua fattibilità di rimborso è molto importante. Ma niente paura perché trattandosi di liquidità immediata, la documentazione che dovrete presentare sarà minima e il processo durerà solo pochi minuti.

Società di credito consigliate

Come ho già detto, puoi trovare un’ampia varietà di offerte semplicemente dando un’occhiata ai siti web dedicati a questo settore. Il problema è che non tutti sono consigliati: sia per le condizioni che offrono, sia per la sicurezza che possono fornire.

Pertanto, per facilitare il tuo lavoro di ricerca, di seguito presento diverse entità finanziarie di cui puoi fidarti totalmente.

Figenpa

Ti possono prestare fino a 20.000 euro in modo comodo, sicuro e veloce. E puoi eseguire l’intera procedura online in modo da non dover perdere nemmeno un minuto del tuo meraviglioso tempo. Ma puoi anche recarti in uno dei loro uffici se sono vicini a te.

Royalfin

Non sono i più veloci in quanto impiegheranno dai 4 ai 5 giorni per consegnarti i soldi. Puoi richiedere tra i 2.000 e i 30.000 euro che dovrai restituire in comode rate mensili. Al massimo avrai 84 mesi per restituire i soldi.

Inoltre non dovrai spiegare il motivo che ti porta a richiedere un piccolo prestito. E potrebbero concederlo anche se hai un altro prestito o credito in vigore. Ma devi avere una buona storia creditizia.

BBVA

Sia tramite Internet che nei propri uffici è possibile richiedere liquidità urgente fino a 50.000 euro. Offrono dei piccoli prestiti veloci studiati appositamente per i lavoratori autonomi.

Almeno dovrai chiedere 3.000 euro e devi essere loro cliente in anticipo per poter richiedere qualsiasi importo.

Younited Credit

Offre un finanziamento trasparente e veloce che riceverai entro un periodo massimo di 24 ore. Un grande vantaggio è che puoi utilizzare il denaro per qualsiasi scopo e non solo per la tua attività economica.

Ti basterà compilare il form online e in pochissimo tempo saprai se ti è stato concesso o meno il piccolo prestito veloce per autonomi.

Altre tipologie di finanziamento immediato

Se sei un lavoratore autonomo, un libero professionista, un freelance, ecc. potrai accedere ad altre tipologie di finanziamento per risolvere immediatamente i tuoi problemi economici. Poiché potresti non conoscerle, te le spiego di seguito.

Confirming

Dovresti chiedere alla tua banca se ti offre questo servizio. Consiste nel fatto che il tuo istituto finanziario gestisca i tuoi pagamenti prima che siano dovuti. Con questo servizio la banca ti presta i soldi che devi pagare. È un buon modo per richiedere del denaro immediato.

Factoring

L’istituto finanziario ti pagherà in anticipo una fattura che non hai ancora riscosso. Il tuo cliente pagherà quindi quella o quelle fatture al tuo istituto finanziario che ti ha anticipato i soldi. Allora dovrai pagare gli interessi e le commissioni pattuite.

Renting

Non è un prestito in sé, ma un contratto di locazione di beni mobili. Pertanto, se il tuo problema ha a che fare con una risorsa mobile che devi acquisire per sviluppare la tua attività ma non hai i soldi necessari, questa è un’ottima opzione per te.

Leasing

È un meccanismo di finanziamento attraverso il quale acquisisci un bene che è di proprietà dell’entità finanziaria. Questa te lo concede in locazione finanziaria o operativa per tuo uso e godimento per un periodo di tempo in cambio di un pagamento periodico di una somma di denaro.