Come scegliere il piccolo prestito veloce per ogni esigenza: guida e offerte

Indice dei contenuti

Oggi chi ha la necessità di richiedere delle somme di denaro più o meno elevate di denaro, può richiedere dei prestiti e dei finanziamenti. Sono delle forme di credito al consumo che oggi si possono trovare in modo molto semplice e veloce, ad esempio presso diverse banche e istituti di credito, sia locali che anche on-line. Tra le diverse tipologie di finanziamenti che oggi puoi richiedere, oggi puoi scegliere tra quelli che prevedono l’erogazione di somme di denaro piuttosto elevate e quelli che invece prevedono l’erogazione di piccole somme.

I piccoli prestiti sono al giorno d’oggi sicuramente i prestiti più gettonati da chi ha la necessità di richiedere dei prestiti in poco tempo. Sono perfetti per ottenere una somma di denaro abbastanza contenuta per far fronte ad esempio a delle spese impreviste. Questa guida ti aiuta a capire esattamente che cosa sono i piccoli prestiti veloci, come funzionano, come puoi ottenerli e quali sono le migliori soluzioni di cui oggi puoi usufruire.

Piccoli prestiti veloci: cosa sono e come funzionano

I piccoli prestiti personali veloci sono dei prestiti grazie ai quali puoi ottenere delle somme di denaro non troppo elevate. Tuttavia, in compenso poi ottenerli in tempi abbastanza contenuti e ridotti. La caratteristica principale di queste tipologie di finanziamenti infatti riguarda proprio la rapidità e le tempistiche molto veloci di erogazione delle somme di denaro richieste. Sono dei finanziamenti rivolti infatti appositamente a tutte le persone che hanno la necessità urgente di richiedere e di ottenere delle piccole somme di denaro in tempi abbastanza brevi. Oggi anche chi che richiede questi finanziamenti può vedere accreditato il prestito sul suo conto corrente, anche solo a 48 ore di distanza dalla richiesta del prestito stesso.

Così come accade anche per i finanziamenti che prevedono l’erogazione di importi di denaro più elevati, anche quelli veloci e piccoli prevedono dei requisiti e dei documenti da presentare. Questi documenti riguardano ad esempio la presentazione della propria ultima busta paga o delle ultime buste paga, per quanto riguarda i lavoratori dipendenti. Al contrario, per i lavoratori autonomi è prevista la presentazione della dichiarazione dei redditi con il 730 oppure con il modello unico,.

I pensionati invece, per richiedere questi prestiti devono allegare il proprio cedolino della pensione. Si tratta di finanziamenti ai quali spesso vengono applicati dei tassi di interesse molto ridotti e agevolati. Inoltre, prevedono dei termini e delle condizioni di rimborso che sono molto comode e vantaggiose.

Caratteristiche e aspetti principali

I piccoli prestiti veloci sono dei finanziamenti che fanno parte della categoria dei prestiti personali. Sono dei prestiti che assicurano una tempistica particolarmente ridotta, entro la quale il denaro viene accreditato sul conto corrente del cliente. La tempistica prevista per l’ottenimento di queste somme di denaro spesso non va oltre le 24 ore dalla richiesta del finanziamento stesso. Questo è uno dei motivi principali per cui sono dei finanziamenti particolarmente apprezzati e gettonati da parte di chi ha la necessità di richiedere delle piccole somme di denaro da ottenere in poco tempo. Sono dei prestiti perfetti per chi ad esempio deve affrontare delle spese impreviste. Sono ideali anche per chi non ha troppa pazienza di aspettare le lunghe pratiche burocratiche previste per ottenere questi prestiti.

A seconda della situazione economica di chi richiede questi finanziamenti, inoltre, le banche possono essere propense a concedere solamente delle piccole somme di denaro. Ecco perché questi finanziamenti sono oggi molto richiesti, soprattutto ad esempio da parte di chi non gode di una situazione economica eccellente, oppure da parte di chi ha una condizione lavorativa un po’ instabile. Possono essere perfetti ad esempio per essere richiesti Da parte di chi deve far fronte ad esempio delle spese urgenti o improvvise naturalmente l’importo che può essere concesso. Grazie ai piccoli prestiti veloci, può cambiare a seconda della tipologia di finanziamento che si richiede.

Importi concessi

Gli importi che vengono concessi possono variare anche in base alle banche o agli istituti di credito ai quali ci si rivolge. Di solito, gli importi previsti per questi tipi di finanziamenti sono abbastanza elevate. Si può andare ad esempio dei prestiti che erogano solo 1.000 € a quelli che erogano delle somme più elevate, anche fino ai 30.000 €. È difficile che un piccolo prestito veloce preveda l’erogazione di somme di denaro superiori ai 30.000 €.

Naturalmente, quando si richiedono dei piccoli prestiti veloci a banche se società finanziarie, occorre considerare e valutare le regole che vengono imposte da questi istituti bancari. Infatti, a seconda di queste regole spesso può cambiare ad esempio l’importo massimo erogabile con questi finanziamenti. Inoltre, da una banca all’altra possono cambiare ad esempio anche i requisiti e le garanzie economiche che sono utili per ottenere i finanziamenti stessi.

Tipologie e destinatari

Oggi i piccoli prestiti veloci sono ideali per alcune categorie di persone. Tra queste categorie troviamo ad esempio i lavoratori dipendenti pubblici e i pensionati. I piccoli prestiti sono particolarmente vantaggiosi dato che possono essere richiesti in modo più semplice e veloce rispetto alle modalità che sono previste invece per l’ottenimento di prestiti di altro genere. Inoltre, oggi sono sempre più numerose le persone che scelgono di richiedere questi finanziamenti anche direttamente on-line.

Online occorre semplicemente compilare un modulo apposito, così da accorciare i tempi e rendere la procedura di richiesta molto più veloce e snella. I documenti che sono richiesti per la concessione di questi finanziamenti sono più o meno gli stessi rispetto a quelli previsti per ottenere dei finanziamenti con importi più elevati. Naturalmente, le banche e le società finanziarie ci richiedono dei requisiti da rispettare e delle garanzie economiche precise.

È chiaro che le banche e le finanziarie desiderano tutelarsi dal punto di vista economico, per essere sicuri che il destinatario del prestito sia in grado di rimborsare il capitale ottenuto. Le condizioni per ottenere e richiedere questi prestiti possono essere più restrittivi a seconda dei singoli casi. Ad esempio, i pensionati, oltre a percepire una pensione mensile sufficiente, non possono superare i 75 anni di età.

Come trovare la soluzione migliore adatta a ogni esigenza

Tra le diverse soluzioni di piccoli prestiti veloci oggi troviamo non solo quelli per dipendenti e per pensionati, ma anche quelli per studenti. Si tratta di finanziamenti che sono erogati appositamente per queste categorie di persone. Spesso, infatti, gli studenti sono impegnati nello studio e non hanno la possibilità di godere di una posizione lavorativa stabile. Non avendo quindi un lavoro, non hanno la possibilità di dimostrare a banche e finanziarie delle garanzie economiche sufficienti per ottenere il prestito richiesto. Questi finanziamenti possono essere richiesti oggi sia da parte degli studenti a tempo pieno, sia da parte degli studenti che invece studiano e lavorano al tempo stesso, ma che non hanno il reddito sufficiente per avanzare la loro richiesta di finanziamento.

Sono dei finanziamenti ai quali vengono applicati dei tassi di interesse particolarmente vantaggiosi. È questo uno dei motivi principali per cui spesso sono dei prestiti di gran lunga preferiti dagli studenti. Questi prestiti sono dei finanziamenti finalizzati. Questo significa che la somma che si ottiene in prestito può essere utilizzata solo nell’ambito dello studio. Il denaro può essere utilizzato ad esempio per accrescere la propria formazione e per partecipare a nuovi corsi. Si possono usare anche per fronteggiare le spese dell’università. Questi prestiti prevedono di solito l’erogazione di somme di denaro abbastanza contenute. Inoltre, si tratta pur sempre di prestiti veloci, per cui prevedono delle tempistiche di attesa che sono particolarmente ridotte.

Sono concessi anche ai cattivi pagatori?

Oggi anche i soggetti segnalati al Crif e i cattivi pagatori possono accedere a queste tipologie di prestiti. Questi soggetti hanno avuto disguidi finanziari in passato, come ad esempio dei ritardi nel pagamento delle rate mensili previste dal rimborso di un finanziamento. È questo uno dei motivi principali per cui oggi molti soggetti vengono segnalati al Crif come dei cattivi pagatori. Una delle soluzioni migliori che vengono impiegate per far fronte a delle spese urgenti e improvvise riguarda la richiesta di piccoli prestiti veloci che sono appositi per soggetti cattivi pagatori.

L’importo massimo che si può erogare può variare spesso in base alle condizioni che vengono stabilite dalla banca o dell’istituto di credito che li concede. Questi finanziamenti inoltre prevedono l’applicazione di tassi di interesse che spesso sono molto più alti rispetto a quelli che vengono applicati ad altri piccoli prestiti. Infatti, i cattivi pagatori, essendo considerati poco affidabili dal punto di vista economico, devono necessariamente presentare delle buone garanzie economiche. È il caso ad esempio di chi possiede un reddito fisso mensile, oppure una pensione considerata sufficiente per richiedere il finanziamento.

I cattivi pagatori che richiedono dei piccoli prestiti veloci di solito possono accedere a questi prestiti solo attraverso la cessione del quinto. In questo modo, la rata mensile viene trattenuta direttamente dal suo conto corrente e non può andare oltre un quinto del suo stipendio della sua pensione netta mensile.