Come funzionano i piccoli prestiti veloci per autonomi: info e guida completa

Indice dei contenuti

I prestiti che un tempo si potevano ottenere solo attraverso una lunga richiesta che doveva passare attraverso una burocrazia altrettanto lunga sono oggi un lontano ricordo. Oggi infatti esistono delle tipologie di prestiti che si possono ottenere anche in poco tempo. Si tratta in buona sostanza di finanziamenti denominati per l’appunto veloci. Sono rivolti agli individui che hanno un bisogno urgente di ottenere delle somme di denaro abbastanza piccole in dei tempi relativamente brevi.

La caratteristica principale di questi finanziamenti si trova soprattutto nel fatto che il denaro richiesto viene erogato in modo molto rapido e immediato. L’accredito sul proprio conto corrente della sua richiesta può avvenire anche a distanza di sole 24 ore dalla richiesta del prestito. Questi prestiti essendo erogati in modo veloce di solito prevedono l’erogazione di importi abbastanza ridotti. Tuttavia, hanno delle caratteristiche in comune con i prestiti che prevedono l’erogazione di somme di denaro superiori. Vediamo nel dettaglio di che cosa si tratta e quali sono le soluzioni migliori rivolte principalmente ai lavoratori autonomi.

Piccoli prestiti veloci per lavoratori autonomi

I prestiti veloci per lavoratori autonomi sono una categoria di finanziamenti che si possono ottenere in delle tempistiche abbastanza ridotte, anche a distanza di sole 24 ore dalla loro richiesta, fino ad un massimo di tre o quattro giorni. Grazie a questi finanziamenti quindi, le tempistiche burocratiche sono previste per la richiesta e l’ottenimento di un finanziamento ottengono una riduzione. Naturalmente, la somma di denaro che può essere richiesta con questi tipi di prestiti di solito non è molto alta. Infatti, i prestiti che prevedono l’erogazione di importi di denaro più alti di solito prevedono anche dei controlli maggiori da parte di banche e finanziarie che li erogano. Questo è uno dei motivi principali per cui i prestiti che prevedono una semplice pratica di richiesta e di concessione.

I prestiti di importi maggiori di solito richiedono anche più tempo per la loro verifica, soprattutto per quanto riguarda ad esempio l’affidabilità economica del richiedente. Oggi anche i lavoratori autonomi e i liberi professionisti hanno la possibilità di accedere a un finanziamento. Sono delle categorie di lavoratori che spesso non sono considerate affidabili dal punto di vista economico. Questo è dovuto al fatto che non possiedono una busta paga mensile regolare e uguale per tutte le mensilità dell’anno. I lavoratori autonomi e i liberi professionisti non godono di una retribuzione uguale per tutti i mesi. Proprio per questo motivo hanno delle difficoltà maggiori a richiedere un finanziamento.

Spesso le banche gli istituti bancari non sono propensi quindi a concedere dei finanziamenti a queste categorie di lavoratori. Nonostante questo, anche queste categorie di persone oggi hanno la possibilità di richiedere dei prestiti appositamente per lavoratori autonomi, proprio come i piccoli prestiti veloci. Ricorda che i lavoratori autonomi non ricevono una retribuzione uguale per tutti i mesi ed è per questo che richiedono un numero sempre maggiore di prestiti personali in 24 ore. Si tratta di finanziamenti che permettono loro quindi di ottenere delle somme di denaro anche abbastanza elevate per sostenere delle spese impreviste e per affrontare le spese della vita quotidiana.

Chi può richiederli?

I finanziamenti veloci per lavoratori autonomi e per liberi professionisti permettono a tutte le tipologie di lavoratori che non godono di una busta paga mensile uguale per tutte le mensilità di ricevere del denaro. Anche se non hanno un’entrata fissa, godono comunque una retribuzione. Per questo motivo, possono ottenere questi prestiti. All’interno di questa categoria fanno parte ad esempio anche i commercianti e gli artigiani, tra le altre categorie di lavoratori. Grazie a questi finanziamenti, hanno quindi la possibilità di ottenere delle somme di denaro necessario per sostenere delle spese urgenti e impreviste, a volte anche in un solo giorno lavorativo.

Per ottenere questo tipo di finanziamento, se si è dei lavoratori autonomi, non è necessario possedere dei requisiti particolari. Occorre semplicemente dimostrare delle garanzie economiche minime. Bisogna presentare un documento che attesti il proprio reddito, ovvero il modello unico oppure il 730. Con questo documento, si può attestare quindi la nostra affidabilità economica e il nostro reddito annuale. In questo modo quindi, una banca o una finanziaria che concede finanziamenti ha la possibilità di capire se siamo davvero affidabili dal punto di vista economico. Inoltre, può capire anche se abbiamo la capacità e la possibilità economica di provvedere al rimborso delle rate mensili del finanziamento che richiediamo.

A chi rivolgersi?

Sicuramente, sono numerose le banche e gli istituti di credito che oggi propongono dei finanziamenti veloci a lavoratori autonomi, soprattutto nel caso dei prestiti che erogano solo delle piccole somme di denaro. Puoi trovare dei finanziamenti che sono proposti in tipologie diverse. Spesso a questi finanziamenti vengono applicati dei tassi di interesse che non sono particolarmente elevati. Questo vuol dire quindi che la convenienza economica del finanziamento in linea di massima è abbastanza elevata. È questo uno dei motivi principali che spinge oggi molti lavoratori autonomi e liberi professionisti a richiedere dei piccoli prestiti veloci. Questi prestiti si possono ottenere oggi anche in sole 24 ore dalla loro richiesta.

C’è da dire inoltre che la maggior parte degli autonomi e dei liberi professionisti che oggi richiedono questi prestiti si affidano anche ad alcuni portali on-line. Qui di solito si ha la possibilità di trovare un numero più elevato di offerte per quanto riguarda questi prestiti. Puoi anche servirti ad esempio di alcuni strumenti on-line che ti aiutano ad effettuare un confronto tra le diverse soluzioni. Così, puoi mettere a confronto i tassi di interesse, i termini e le condizioni di rimborso dei prestiti. Se richiedi questi finanziamenti on-line, devi però fare attenzione a trovare l’offerta davvero più conveniente per te. Il rischio di cadere in qualche truffa, soprattutto se si presenta la propria domanda di finanziamento on-line, è infatti abbastanza elevato.

Caratteristiche e funzionamento

Il prestito per lavoratori autonomi e per liberi professionisti è un tipo di finanziamento che fa parte della categoria dei prestiti veloci. Questi finanziamenti consentono di ottenere la somma di denaro di cui hanno bisogno in dei tempi abbastanza ridotti rispetto a quelli previsti invece per richiedere e ottenere altri tipi di prestiti personali. Di solito, nell’arco di massimo tre o quattro giorni lavorativi, puoi essere in grado di ottenere un finanziamento apposito per lavoratori autonomi o per liberi professionisti. Per presentare domanda per questo tipo di finanziamento, occorre naturalmente presentare dei documenti e delle carte che attestano il proprio reddito mensile. Così, possiamo dimostrano alla banca o alla finanziaria che abbiamo una buona affidabilità economica.

Il lavoratore autonomo e il libero professionista lavora per conto proprio, utilizzando quindi le proprie competenze per produrre lavoro. Questo vuol dire quindi che percepisce un compenso per il lavoro che effettua che spesso può essere molto diverso anche da un mese all’altro. La sua retribuzione quindi non è necessariamente mensile. Può variare in base alla durata del lavoro e anche al suo termine.

Il compenso, ovvero la retribuzione del lavoratore autonomo e del libero professionista, rappresenta quindi in un certo senso la sua busta paga, anche se non viene certificata in modo materiale. Il compenso quindi costituisce la garanzia economica che permette alla banca o alla finanziaria con la quale si sottoscrive la richiesta di prestito di vedere rimborsate le rate mensili previste dal piano di ammortamento del prestito concesso.

Come trovare la soluzione più conveniente per te

Di solito, i prestiti personali veloci per lavoratori autonomi e liberi professionisti prevedono l’erogazione di somme di denaro che non sono molto alte. Si può andare ad esempio da dei finanziamenti che erogano solo 1.000 € a quelli che erogano anche fino a 30.000 € circa. Cifre più elevate di solito non vengono concesse a queste categorie di lavoratori. Naturalmente, la somma di denaro concessa da una banca o da un istituto di credito può variare spesso in base alla retribuzione annuale che il soggetto lavoratore dimostra. Sono dei finanziamenti che si possono ottenere anche nell’arco di un solo giorno lavorativo, a seguito naturalmente di una valutazione sull’affidabilità economica del richiedente stesso.

È una tipologia di finanziamento che oggi può essere richiesta anche direttamente on-line. Sono sempre di più infatti oggi le banche e le finanziarie che mettono a disposizione di tutti dei portali on-line attraverso i quali poter inviare un modulo per fare domanda di un finanziamento o di un prestito. In alternativa, puoi decidere di recarti direttamente presso la filiale presso la quale desideri sottoscrivere il tuo contratto di prestito.

Se presenti la tua domanda di finanziamento on-line, devi sapere che anche on-line ti vengono richieste delle garanzie economiche. Tra queste, troviamo naturalmente la certificazione del proprio reddito e tutti i documenti che possono aiutare a tutelare la banca dal punto di vista economico. Alcuni enti finanziari inoltre permettono di ricevere una certa somma di denaro richiesta attraverso l’utilizzo di un assegno circolare. Questo assegno viene inviato direttamente presso il proprio domicilio di residenza. In questo modo, si può ridurre la tempistica necessaria per poter ottenere la somma di denaro richiesta in prestito.